...

I finanzieri del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria, coordinati dalla Procura della Repubblica di Roma, hanno eseguito una serie di sequestri preventivi diretti e per equivalente nonché misure interdittive personali, emesse dal GIP del Tribunale di Roma nei confronti di soggetti appartenenti ad un’organizzazione criminale dedita all’emissione di fatture false, al riciclaggio e all’auto-riciclaggio.








...

I militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Oristano, al termine di una complessa indagine avviata nel mese di gennaio 2017 sotto l’egida della Procura della Repubblica di Oristano, hanno scardinato una organizzazione formata da personaggi politici di livello regionale, dirigenti e funzionari pubblici, capace di turbare il regolare procedimento nei concorsi pubblici per l’assunzione di varie figure lavorative presso l’Azienda Sanitaria Locale n. 5 di Oristano (ora ATS Sardegna –ASSL Oristano) nonché di veicolare illecitamente le assunzioni di personale mediante manipolazione del regolare iter procedurale di scelta dei lavoratori da parte di società di lavoro interinale (appaltatrici di servizi per la fornitura di personale ospedaliero e amministrativo).









...

Diciamolo subito: non esiste alcun riscontro di quanto dichiarato da “Il Giornale” in merito alle sorti di Silvia Romano, la cooperante milanese – volontaria della onlus fanese Africa Milele - rapita in Kenya lo scorso anno. Secondo il quotidiano diretto da Alessandro Sallusti, la ragazza sarebbe viva, si troverebbe in Somalia e sarebbe stata costretta a sposare un musulmano. Ma la procura di Roma ha smentito tutto, con la stessa intelligence che ha invitato gli organi di stampa alla responsabilità.



...

Sabato 28 settembre il giornalista marchigiano Giancarlo Esposto, sarà a Marghera, alla Libreria Mondadori Bookstore presso il Centro Commerciale “Nave de Vero”, a partire dalla 10:30 fino all’orario di chiusura, per incontrare i lettori e firmare le copie del suo nuovo lavoro.











...

Sono 28 i soggetti segnalati all’Autorità Giudiziaria per il reato di truffa aggravata per il conseguimento indebito di erogazioni pubbliche. 7 di loro tratti in arresto. Disposto il sequestro in via preventiva per equivalente di beni per 110 milioni di euro complessivi, in corso di esecuzione (già sottoposti alla misura circa 6 milioni di euro).