“Niente ragazzi autistici”: l’hotel cancella la prenotazione di 12 famiglie. Il caso

2' di lettura 30/12/2019 - È successo in provincia di Frosinone: un noto hotel si è rifiutato di ospitare ragazzi autistici tra i 12 e i 18 anni

Ha creato scalpore il gesto di un albergatore di un noto hotel termale di Ferentino, a 10 Km da Frosinone, che, dopo aver ricevuto la prenotazione da parte di 12 famiglie con figli autistici, ha deciso di negare loro l’ospitalità.

Tutto è partito un mese fa, quando una signora di Roma ha effettuato la prenotazione via telefono per 12 famiglie a ridosso del Capodanno. Al momento della prenotazione infatti, l’albergatore non ha avuto esitazioni e ha accettato la richiesta. A distanza di qualche giorno tuttavia, al momento della conferma, la donna ha specificato che si trattava di un gruppo di famiglie con una decina di figli autistici, tra i 12 e i 18 anni. Ogni anno infatti, queste famiglie si ritrovano per fare trascorrere del tempo insieme e per far fare terapia psicocognitiva ai ragazzi, e quest’anno avevano deciso per l’appunto di trascorrerlo in Ciociaria. Ci sarebbe stata addirittura una famiglia che per l’occasione rientrava in Italia dal Portogallo. È stato allora che l’albergatore ha deciso di non confermare la prenotazione, dapprima parlando di numero chiuso per i bambini, poi sostenendo che la struttura ricettiva non possedeva gli spazi adeguati, e quindi non sarebbe stata nelle condizioni di ospitare i ragazzi.

Tutto ciò ha fatto indignare profondamente i genitori ed è ovviamente scoppiato il caso: l’albergatore si è difeso sostenendo che prima di prendere questa decisione si è consultato con alcuni suoi collaboratori che avevano avuto esperienze vicine all’autismo e che gli avrebbero sconsigliato di accettare la prenotazione. Una volta resosi conto del grave gesto, ha aggiunto: “Non volevamo assolutamente essere scortesi; anzi, capisco perfettamente la presa di posizione dei genitori, e ribadisco che la nostra struttura è a loro disposizione per una giornata intera. Ma gestire 200 persone (l'hotel è tutto esaurito da 20 giorni) e garantire, al tempo stesso, un ambiente adeguato ai bambini disabili non è facile”.






Questo è un articolo pubblicato il 30-12-2019 alle 17:27 sul giornale del 31 dicembre 2019 - 731 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beAL