Trieste, sparatoria in Questura: uccisi due poliziotti

polizia 1' di lettura 04/10/2019 - Due poliziotti sono stati uccisi nel corso di uno scontro a fuoco avvenuto venerdì pomeriggio nella Questura di Trieste.

Ferito lievemente, colpito di striscio da un proiettile, un terzo agente. I due poliziotti uccisi sono l'agente scelto Pierluigi Rotta, 34 anni di Napoli e l'agente Matteo Demenego, 31 anni di Velletri. A sparare è stato Alejandro Augusto Stephan Meran, un 29enne dominicano che era stato portato in Questura per accertamenti riguardo un'indagine per rapina. Il killer è stato arrestato, assieme al fratello Carlysle Stephan Meran, 32 anni, che era con lui.

Secondo quanto riferito dalla Questura, in mattinata il 29enne, affetto da disagio psichico, aveva rubato uno scooter a una signora. Rintracciato, era stato portato in Questura assieme al fratello. Giunti negli uffici Alejandro ha chiesto di poter andare in bagno e ha aggredito un poliziotto: nella colluttazione è riuscito a sottrargli la pistola e gli ha sparato a bruciapelo, ferendo a morte. È andato quindi verso l'uscita e ha colpito il secondo agente. Poi ha sparato al terzo agente, di guardia all'ingresso, che ha risposto al fuoco e lo ha ferito. Giunto in strada, l'uomo è stato bloccato e disarmato da altri poliziotti.

Secondo quanto emerso finora, il fratello del killer non avrebbe avuto alcun ruolo nella sparatoria: si sarebbe nascosto appena sono iniziati gli spari. I numerosi colpi esplosi hanno seminato il panico in strada. Il sindaco di Trieste, Roberto Di Piazza, ha dichiarato il lutto cittadino.






Questo è un articolo pubblicato il 04-10-2019 alle 18:47 sul giornale del 05 ottobre 2019 - 1005 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, questura, trieste, sparatoria, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbjy