Siria: liberato l'italiano Sergio Zanotti, rapito nel 2016

sergio zanotti 1' di lettura 05/04/2019 - Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato nella serata di venerdì la liberazione di Sergio Zanotti, cittadino italiano rapito in Siria nell'aprile 2016.

Il 59enne imprenditore bresciano è arrivato all'aeroporto romano di Ciampino alle 23. Il premier ha spiegato che Zanotti è in buone condizioni di salute e che si è arrivati alla sua liberazione "a conclusione di una complessa e delicata attività di intelligence, investigativa e diplomatica".

Zanotti nell'aprile 2016 era partito per un viaggio di lavoro in Turchia, nella zona al confine con la Siria, ed era poi scomparso. Il suo rapimento era stato confermato nel novembre del 2016 quando era stato diffuso dai suoi rapitori un breve video in cui il 59enne chiedeva l'intervento del governo italiano per la sua liberazione. Un secondo, breve video era apparso nel maggio 2017, poi più niente. Secondo le principali ipotesi circolate allora, il rapimento dell'italiano non sarebbe stato legato allo Stato Islamico e al terrorismo internazionale.






Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2019 alle 23:52 sul giornale del 06 aprile 2019 - 679 letture

In questo articolo si parla di cronaca, siria, marco vitaloni, articolo, italiano rapito, sergio zanotti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6ck