Boeing 737 Max 8, anche l'Italia ne sospende l'utilizzo

12/03/2019 - Dopo l'incidente aereo di domenica del volo 302 dell'Ethiopian Airlines, anche l'Italia ha deciso di bloccare temporaneamente l'utilizzo dei Boeing 737 Max 8.

L’ENAC, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha disposto la chiusura dello spazio aereo italiano ai 737 dalle 21 di martedì 12 marzo. La decisione italiana segue quella presa da diversi paesi europei: Francia, Germania, Regno Unito, Irlanda, Austria e Paesi Bassi. Nel pomeriggio è arrivato anche lo stop dell'EASA, l'agenzia europea per la sicurezza aerea.

Nella giornata di lunedì avevano deciso di bloccare i voli dei Boeing 737 Max 8 Etiopia, Cina, Indonesia, Malesia, Singapore, Mongolia, Australia e Corea del Sud.

Anche diverse compagnie aeree hanno deciso di tenere a terra precauzionalmente i loro 737 Max 8: Norwegian Air, Icelandair, Turkish Airlines, Aerolineas Argentinas, Royal Air Maroc, Aeromexico, Gol Airlines, Mongolian Airlines, Jet Airways, Eastar Jet.






Questo è un articolo pubblicato il 12-03-2019 alle 18:53 sul giornale del 13 marzo 2019 - 591 letture

In questo articolo si parla di attualità, incidente aereo, marco vitaloni, boeing 737, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5fv