Catania: arrestato per estorsione il presidente di un'associazione antiracket

guardia di finanza 30/10/2018 - Chiedeva il pizzo alle vittime delle estorsioni della mafia: per questo è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Catania Salvatore Campo, presidente dell'Associazione siciliana antiestorsione (ASIA) di Aci Castello.

L'uomo, ammesso ai domiciliari per la sua età, è accusato di estorsione, peculato e falso ideologico.

Secondo la Procura catanese, Campo costringeva le vittime di mafia che si rivolgevano alla sua associazione per essere assistiti e chiedere l'accesso allo specifico fondo di solidarietà statale a consegnargli somme di denaro, tra il 3 e il 5 per cento degli importi erogati. A chi non pagava, minacciava di rallentare o bloccare l'iter per ottenere gli indennizzi. Gli episodi contestati, denunciati dalle vittime, sono almeno tre.

Campo è inoltre accusato di essersi appropriato dei fondi pubblici erogati dalla Regione Sicilia a favore dell'associazione, circa 37mila euro, somma posta ora sotto sequestro.





Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2018 alle 16:13 sul giornale del 31 ottobre 2018 - 650 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, finanza, catania, estorsione, antimafia, peculato, marco vitaloni, racket, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZUZ