Esce dall'ospedale e muore poco dopo: indagato il medico del Pronto Soccorso

25/09/2018 - L'episodio è avvenuto il 22 settembre a Marghera, in provincia di Venezia. La vittima, un uomo di 66 anni era stato trasportato al pronto soccorso in seguito ad una caduta in cui aveva battuto la testa. Ma dopo le analisi, il personale medico gli ha concesso le dimissioni.

66enne di Marghera, Daniele Rizzardini fino al 2010 era il direttore dell’Hotel Borgo Pretale, in provincia di Siena. È lui la vittima di questo triste episodio accaduto nella notte di sabato 22 settembre. L’uomo era stato soccorso da un’ambulanza nel tardo pomeriggio per una caduta. Non è ancora stato accertato se fosse finito a terra a causa di una perdita di equilibrio o di un malore, ma visto il trauma cranico, è stato soccorso dagli operatori del 118 e trasportato in ospedale. Dopo aver effettuato le analisi e gli esami del caso, tra cui una Tac e una visita neurologica, i medici non hanno riscontrato nulla di preoccupante. «Gli accertamenti eseguiti non hanno evidenziato elementi di urgenza. Il paziente, nonostante la proposta dei medici di un ulteriore periodo di osservazione, ha chiesto di essere dimesso», spiegano gli addetti dell’USL 3 Serenissima.

Pertanto lo stesso Daniele si sentiva bene e pronto per tornare a casa. Purtroppo la tragedia è avvenuta un’ora dopo le dimissioni. Intorno all’una e mezza infatti, un vigilante della Civis ha visto il corpo nel piazzale davanti al pronto soccorso dell’ospedale Dell’Angelo di Mestre. Avvicinatosi per valutarne le condizioni, ne ha subito constatato lo stato di urgenza, dato che l’uomo non mostrava segni di vita, e ha avvisato gli operatori del 118, i quali non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso.

Sul caso sta indagando anche la polizia, che insospettita dal fatto che solo un’ora prima l’uomo fosse stato dimesso dall’ospedale, ha ritenuto necessario far intervenire uno dei magistrati della procura di Venezia, Stefano Buccini, così da comprendere al meglio cosa fosse accaduto. Il pubblico ministero ha ordinato l’autopsia del corpo e ha iscritto il medico che ha visitato l’ex direttore d’albergo nel registro degli indagati, in modo da accertarne eventuali responsabilità.





Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2018 alle 11:39 sul giornale del 26 settembre 2018 - 115 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYMR