Tragedia sulle Alpi svizzere: non raggiungono il rifugio e dormono all'aperto, 4 morti

30/04/2018 - Quattro alpinisti sono morti e altri cinque versano in gravissime condizioni in Svizzera dopo essere stati costretti a trascorrere la notte al gelo a causa del maltempo che li ha sorpresi ad oltre 3.200 metri.

Le vittime facevano parte di due gruppi composti da 14 escursionisti di nazionalità italiana, tedesca e francese e stavano percorrendo il tragitto da Chamonix a Zermatt sulle Alpi del Canton Vallese. Sull'Haute Route Chamonix-Zermatt, sono stati però sorpresi da una bufera che ha impedito loro di raggiungere il rifugio.

L'allarme è scattato solo alle 6.30 del mattino, e sette elicotteri sono stati impiegati nelle operazioni di recupero. I cinque ricoverati lottano per la vita a causa del forte stato di ipotermia.

Una notizia che arriva nel giorno in cui si apprende di un altro dramma della montagna: sull'Himalaya, un italiano è morto durante la scalata di una delle vette. Si tratta del 36enne Simone La Terra, di Castiglione delle Stiviere (Mantova), un esperto alpinista, morto mentre in Nepal stava scalando il Dhaulagiri.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 30-04-2018 alle 18:09 sul giornale del 02 maggio 2018 - 1484 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aT7b