Corea del Sud: l'ex presidente Park Geun-hye condannata a 24 anni di carcere

Park Geun-hye 06/04/2018 - L’ex presidente della Corea del Sud, Park Geun-hye, è stata riconosciuta colpevole di abuso di potere, corruzione e coercizione e condannata dal tribunale di Seul a 24 anni di carcere.

Park, 66 anni, prima presidente donna del paese, era stata coinvolta in un grosso scandalo di corruzione e costretta alle dimissioni nel marzo 2017.

Secondo l'accusa Park avrebbe fatto pressioni su diverse grandi società sudcoreane come Samsung e Hyundai costringendole a versare milioni di euro sotto forma di donazioni ad alcune fondazioni gestite da Choi Soon-sil, una sua amica e confidente. Choi e Park si sarebbero arricchite raccogliendo in questo modo circa 66 milioni di euro in pochi anni. L'ex presidente era inoltre accusata di aver passato a Choi diverse informazioni riservate di vario tipo.

Il 13 febbraio scorso Choi Soon-sil è stata condannata a 20 anni di carcere.





Questo è un articolo pubblicato il 06-04-2018 alle 15:58 sul giornale del 07 aprile 2018 - 564 letture

In questo articolo si parla di cronaca, corruzione, corea del sud, marco vitaloni, articolo, Park Geun-hye

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTmf