Torino: faceva propaganda per l'Isis, arrestato 23enne

28/03/2018 - Elmahdi Halili, italo-marocchino di 23 anni, è stato arrestato mercoledì mattina dalla polizia di Torino con l'accusa di aver fatto propaganda per il gruppo terroristico Stato Islamico.

Secondo gli investigatori il giovane inoltre stava studiando come preparare un attentato terroristico con un camion, come quelli compiuti a Nizza, Berlino e Stoccolma. Halili è accusato di aver promosso una campagna di radicalizzazione e proselitismo su internet, rivolta in particolare a italiani convertiti all'islam e immigrati di seconda generazione.

Inoltre rielaborava in italiano materiale di propaganga jihadista reperito sul web. E' stato lui a scrivere il primo testo di propaganda dello Stato Islamico​ redatto interamente in italiano, notato dall'antiterrorismo nel 2014.

Halili nel 2015 patteggiò la pena di due anni di reclusione con sospensione condizionale per "istigazione a delinquere con finalità di terrorismo" per la diffusione di quel testo e di altri. L'inchiesta che ha portato all'arresto del 23enne nasce da qui. Il giovane, nonostante la condanna, avrebbe intensificato la sua attività di radicalizzazione e indottrinamento.

L'arresto fa parte di una più vasta operazione di polizia coordinata dalla Procura di Torino che ha portato a 13 perquisizioni nei confronti di appartenenti agli ambienti dell'estremismo islamico tra Milano, Bergamo, Napoli, Modena e Reggio Emilia.





Questo è un articolo pubblicato il 28-03-2018 alle 15:49 sul giornale del 29 marzo 2018 - 568 letture

In questo articolo si parla di cronaca, torino, arresto, terrorismo, marco vitaloni, articolo, stato islamico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aS8y