Macerata: spara su passanti di colore, arrestato un 28enne dell'ultradestra di Tolentino. Il video

03/02/2018 - Sparatoria sabato mattina in città con sette feriti, di cui cinque dichiarati fuori pericolo.

La polizia ha fermato un giovane di Tolentino, Luca Traini, di 28 anni, che in auto aveva una pistola Glock dalla quale si pensa siano stati sparsati i colpi che hanno ferito sette persone. L'uomo avrebbe iniziato a sparare in via Spalato, via dei Velini e lungo corso Cairoli prendendo di mira e ferendo persone di colore.

Il sindaco Romano Carancini ha lanciato un appello ai cittadini a rimanere chiusi in casa fino al termine dell'operazione di polizia. Il giovane è stat fermato dalla Polizia intorno all'ora di pranzo. Si tratta di un tolentinate, incensurato, candidato nel 2017 nella LIsta della Lega Nord alle comunali di Corridonia, che avrebbe sparato al grido di "Viva l'Italia". Dopo il fermo il sindaco ha sciolto il coprifuoco e le scuole, dove sono rimasti rinchiusi gli studenti per ragioni di sicurezza, sono state riaperte.

Il ragazzo, esponente dell'ultradestra, avrebbe annunciato la volonta di compiere il folle gesto mentre si trovava al bar. Prima di arrendersi a polizia e carabinieri, è uscito dall'auto avvolto del Tricolore e ha fatto il saluto fascista. Durante gli interrogatori il 28enne avrebbe dichiarato di aver agito per "vendicare la morte di Pamela", la giovane massacrata da un extracomunitario.







Questo è un articolo pubblicato il 03-02-2018 alle 12:59 sul giornale del 05 febbraio 2018 - 960 letture

In questo articolo si parla di cronaca, michele pinto, polizia, polizia di stato, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRlg