Polonia: approvata la legge sull'Olocausto, "Polacchi non complici dei nazisti"

Shoah 01/02/2018 - Il Senato polacco ha approvato in via definitiva una controversa legge sull'Olocausto con lo scopo di difendere l'immagine del Paese, la norma vieta infatti di accusare i polacchi di complicità con il nazismo.

Approvata con 57 voti favorevoli e 23 contrari e due astenuti, la legge deve ora essere firmata dal presidente, Andrzej Duda. Il provvedimento fissa una pena massima di tre anni di carcere per chiunque, polacco o straniero, accusi la Polonia di complicità con i crimini nazisti o definisca "polacchi" i campi di sterminio installati dai nazisti in Polonia durante la seconda guerra mondiale.

La legge ha scatenato una lite diplomatica con Israele, che accusa di voler riscrivere la storia.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 01-02-2018 alle 10:48 sul giornale del 02 febbraio 2018 - 734 letture

In questo articolo si parla di shoah, redazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRfM