Intossicazione da monossido: tre morti in Piemonte, due in Friuli

Vigili del Fuoco 08/01/2018 - Tre persone sono morte a causa di una intossicazione da monossido di carbonio a Vignole Borbera, in provincia di Alessandria.

I corpi dei tre - un uomo di 47 anni, la sua compagna di 44 anni e il figlio 19enne - sono stati ritrovati senza vita nella loro abitazione dai vigili del fuoco, che sono entrati forzando la porta di ingresso.

L'allarme è stato lanciato nel pomeriggio di lunedì, ma il decesso probabilmente risale alla notte precedente. Sul posto sono intervenuti anche 118 e carabinieri. L'intossicazione è stata causata probabilmente dal malfunzionamento della caldaia a metano.

Le esalazioni di monossido di carbonio hanno ucciso altre due persone: una coppia di anziani di 77 e 70 anni di Dignano, in provincia di Udine. I loro corpi sono stati ritrovati lunedì mattina all'interno della loro abitazione dalla figlia. Il monossido si sarebbe sprigionato da una stufa a gas.





Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2018 alle 18:39 sul giornale del 09 gennaio 2018 - 675 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vigili del fuoco, udine, marco vitaloni, Alessandria, intossicazione da monossido di carbonio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aQuM