Ex Jugoslavia: beve veleno in Tribunale muore Slobodan Praljak, condannato per crimini di guerra

29/11/2017 - Ha bevuto del veleno alla lettura della sentenza che confermava la condanna a 20 anni per crimini di guerra, così Slobodan Praljak, è morto.

Immediatamente sospesa l'udienza contro l'ex leader croato davanti al Tribunale Penale internazionale per l'ex Jugoslavia trasmessa in diretta televisva. L'uomo è morto poco dopo in ospedale a l'Aja.

"Praljak non è un criminale", ha gridato alla lettura della sentenza di condanna prima di bere una piccola fiala marrone. A quel punto il legale ha lanciato l'allarme gridando che il suo assistito aveva ingerito del veleno. Subito soccorso da un'ambulanza, non è stato però possibile salvarlo.

Slobodan Praljak, ex comandante croato, aveva ordinato nel 1993 la distruzione del celebre Ponte di Mostar, risalente al Sedicesimo secolo.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 29-11-2017 alle 15:27 sul giornale del 30 novembre 2017 - 1304 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPqi