Porto Torres: 22enne suicida per video hard, tre indagati

Carabinieri 550 27/11/2017 - Tre persone sono indagate dalla Procura di Tempio Pausania (Sassari) per il suicidio di Michela Deriu, barista 22enne di Porto Torres che si è tolta la vita nella notte tra il 4 e il 5 novembre a casa di un’amica alla Maddalena.

I tre indagati sono tutti di Porto Torres ed erano amici della giovane. Le accuse a loro carico sono di istigazione al suicidio, diffamazione aggravata e tentata estorsione. Secondo gli investigatori la 22enne sarebbe stata ricattata con la minaccia della diffusione di un video hard registrato a sua insaputa.

Uno dei file in questione è stato rintracciato dai carabinieri nel pc di uno degli indagati. Le minacce della diffusione del video a luci rosse avrebbero spinto Michela a togliersi la vita.

Pochi giorni prima del suicidio la 22enne aveva raccontato a conoscenti, senza denunciare l'accaduto alle forze dell'ordine, di essere stata rapinata da sconosciuti che le avevano sottratto mille euro. Denaro che potrebbe in realtà essere stato pagato ai ricattatori.





Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2017 alle 19:58 sul giornale del 28 novembre 2017 - 1222 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, suicidio, estorsione, marco vitaloni, porto torres, articolo, video hard

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aPmq