Evasi dal carcere di Favignana, catturati mentre cercavano di rubare una barca

Carabinieri 02/11/2017 - Solo qualche giorno fa erano riusciti ad evadere dal carcere di massima sicurezza di Favignana, i tre evasi che sono stati riacciuffati giovedì all'alba.

Erano evasi segando le sbarre e calandosi con le lenzuola dal carcere "Giuseppe Barraco", ma la loro fuga è finita dopo cinque giorni mentre tentavano di rubare una barca per lasciare l'isola.

I tre Adriano Avolese, ergastolano, condannato per omicidio, Massimo Mangione, condannato a 12 e 8 mesi, e Giuseppe Scardino, che deve scontare una pena di oltre 15 anni di reclusione per una serie di rapine violente e per il tentativo di omicidio di un poliziotto, sono stati individuati tra gli scogli della spiaggia di Punta Longa. 

Mangione ha tentato di sottrarsi alla cattura, ma è stato fermato dai militari e dalla polizia penitenziaria. Numerosi i militari che presidiavano l'isola da giorni, nell'ipotesi che i tre evasi non avessero ancora lasciato Favignana. 





Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2017 alle 11:39 sul giornale del 03 novembre 2017 - 1010 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, carabinieri, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOx4