Anna Frank con la maglia della Roma, polemica sul gesto degli ultrà laziali

1' di lettura 24/10/2017 - Ha provocato sdegno unanime il gesto di scherno degli ultrà laziali che hanno rappresentato Anna Frank con la maglia della Roma. Gli adesivi erano stati poi lasciati in curva Sud dai tifosi.

Il ministro dell'Interno, Marco Minniti ha assicurato il massimo impegno per individuare i responsabili di un "comportamento così ignobile" in modo che vengano perseguiti secondo la legge e possano essere definitivamente esclusi dagli stadi.

Intanto a Roma é già stata aperta un'inchiesta per istigazione all'odio razziale. Sulla vicenda è intervenuto anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che ha affermato: "Il volto e le pagine del diario di Anna frank, la sua storia di sofferenza e di morte a opera della barbarie nazista, hanno commosso il mondo. Utilizzare la sua immagine come segno di insulto e di minaccia, oltre che disumano, è allarmante per il nostro paese, contagiato, ottanta anni addietro, dall'ottusa crudeltà dell'antisemitismo."

Ad unirsi al coro di critiche per il gesto irrispettoso il Presidente della Lazio, Claudio Lotito, che ha si è dissociato dall'azione degli ultrà e in mattinata si è recato in Sinagoga, con una delegazione, per rendere omaggio alla comunità ebraica. Domani la squadra indosserà, durante il riscaldamento della partita, una maglia commemorativa della giovane ebrea, diventata il simbolo della Shoah.

Intanto la Digos avrebbe già individuato alcuni dei responsabili visionando le immagini delle telecamere.






Questo è un articolo pubblicato il 24-10-2017 alle 15:37 sul giornale del 25 ottobre 2017 - 888 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, anna frank, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aOh3