Manchester: attentato al concerto di Ariana Grande, 22 morti

attentato a Manchester 23/05/2017 - Ventidue persone sono morte e altre 59 sono rimaste ferite in un attentato terroristico avvenuto lunedì sera alla Manchester Arena di Manchester, nel Regno Unito.

Un attentatore suicida si è fatto esplodere azionando una bomba artigianale. L'episodio è avvenuto alle 22.40 (le 23.40 in Italia) poco dopo la fine del concerto di Ariana Grande, cantante pop americana molto popolare tra gli adolescenti. Tra le vittime ci sono anche diversi bambini. I feriti sono stati trasportati in diversi ospedali dell'area di Manchester.

L'attentatore è stato identificato come Salman Abedi, cittadino britannico di origini libiche di 22 anni, nato a Manchester. La polizia britannica sta indagando per capire se abbia agito da solo o se sia stato aiutato da qualcuno. Martedì mattina la polizia ha arrestato un 23enne in relazione all'attentato.

L'esplosione è avvenuta nella zona del foyer della Manchester Arena, nei pressi delle biglietterie, pochi minuti dopo la fine del concerto, mentre stavano uscendo gli spettatori. All'interno del palazzetto si trovavano circa 21mila persone.

L'attentato, il più grave avvenuto nel Regno Unito dalle bombe nella metropolitana di Londra del 2005, è stato rivendicato dallo Stato Islamico.

Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha detto che non risultano al momento cittadini italiani coinvolti nell'attentato.






Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2017 alle 10:13 sul giornale del 24 maggio 2017 - 1028 letture

In questo articolo si parla di cronaca, concerto, regno unito, marco vitaloni, attentato terroristico, articolo, manchester arena, manchester

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aJDv