Egitto: revocata la condanna a morte per l'ex presidente Morsi

Mohamed Morsi 1' di lettura 15/11/2016 - La Corte di cassazione egiziana ha revocato la condanna a morte per l'ex presidente Mohamed Morsi e altri cinque leader del movimento politico-religoso dei Fratelli Musulmani.

Morsi era stato condannato lo scorso anno, assieme ad altre 21 persone, per l'evasione dal carcere di Wadi el Natrun nel gennaio del 2011, durante i primi giorni della "primavera araba" che portò alla caduta del dittatore Hosni Mubarak. Il tribunale ha accolto il ricorso di Morsi, revocando la pena capitale e ordinando di rifare il processo.

Mohamed Morsi era stato eletto presidente nel 2012 nelle prime elezioni democratiche dopo la caduta di Mubarak. Era stato deposto nell'estate del 2013 con un colpo di stato militare guidato dall'ex generale e attuale presidente Abdel Fattah al Sisi. Nel dicembre 2013 la giunta militare aveva dichiarato i Fratelli Musulmani un'organizzazione terroristica, arrestando e in seguito condannando centinaia di membri del gruppo, tra cui l'ex leader Mohamed Badie.






Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2016 alle 16:52 sul giornale del 16 novembre 2016 - 8605 letture

In questo articolo si parla di cronaca, egitto, condanna a morte, marco vitaloni, mohamed morsi, fratelli musulmani, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aDui