Portogallo: governo sfiduciato dopo 11 giorni

Pedro Passos Coelho 11/11/2015 - E' caduto dopo appena undici giorni il governo conservatore portoghese guidato da Pedro Passos Coelho, leader del Partito Social Semocratico.

Martedì il parlamento ha negato la fiducia all'esecutivo di minoranza formato dalla coalizione di centrodestra che aveva vinto con il 38,6% dei voti le elezioni di inizio ottobre. La mozione di sfiducia è stata votata dal Partito Socialista, principale formazione della sinistra, dal Partito Comunista e dal Blocco di Sinistra, molto vicino a Syriza.

Il leader dei socialisti Antonio Costa, ex sindaco di Lisbona, ha detto che i tre partiti, molto distanti su parecchi temi, hanno raggiunto un accordo per formare un nuovo governo. "Il nostro obiettivo è chiudere con l’austerità rimanendo nell’euro" e rispettando gli impegni presi con i creditori internazionali, ha detto Costa. Il presidente della Repubblica, Anibal Cavaco Silva, dovrà ora decidere se affidare al leader socialista l'incarico di formare il nuovo esecutivo o virare su un breve governo tecnico che guidi il paese fino a nuove elezioni, non prima del prossimo giugno.





Questo è un articolo pubblicato il 11-11-2015 alle 18:35 sul giornale del 12 novembre 2015 - 1879 letture

In questo articolo si parla di politica, portogallo, marco vitaloni, articolo, Pedro Passos Coelho

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aqkb