Egitto: confermata la condanna a morte per l'ex presidente Morsi

Mohamed Morsi 1' di lettura 16/06/2015 - La Corte d'assise del Cairo ha confermato la condanna a morte inflitta lo scorso maggio all'ex presidente Morsi per l'evasione di massa dei leader dei Fratelli Musulmani dal carcere nel 2011.

La sentenza è arrivata dopo che i giudici hanno ascoltato il parere, non vincolante ma necessario per rendere esecutive le sentenze, del gran mufti d’Egitto, interprete della legge islamica. Confermata la condanna a morte anche per Mohamed Badie, leader spirituale dei Fratelli Musulmani.

Ergastolo invece nell'altro processo, quello che vedeva Morsi accusato di spionaggio a favore di potenze straniere (Hamas, Hezbollah e Iran). I giudici hanno commutato la pena alla condanna a morte in carcere a vita. Confermata invece la pena capitale per altri 16 esponenti dei Fratelli Musulmani.






Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2015 alle 20:10 sul giornale del 17 giugno 2015 - 1555 letture

In questo articolo si parla di attualità, egitto, marco vitaloni, mohamed morsi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akNr