Milano: capotreno aggredito con un machete, fermati due giovani

1' di lettura 12/06/2015 - Due persone sono state fermate per la brutale aggressione ad un capotreno di 30 anni, alla stazione ferroviaria di Villapizzone nei pressi di Milano.

L’uomo è stato aggredito con un machete e all’ospedale Niguarda ha subito la subamputazione del braccio. È stato sottoposto ad un intervento di 8 ore per cercare di recuperare la funzionalità dell’arto. La prognosi resta riservata. Ferito anche un altro ferroviere fuori servizio intervenuto per aiutare il collega. È stato trasportato all'ospedale Fatebenefratelli con un trauma cranico ma non è in gravi condizioni.

Sembra che gli aggressori siano 5 o 6 ragazzi sudamericani. La violenza è scattata quando il controllore ha chiesto loro i biglietti, da lì la lite e la violenta aggressione. Due di loro sono stati fermati successivamente, apparterrebbero ad una banda di latinos. Sono stati notati da una Volante perché con gli abiti ancora sporchi di sangue. Uno dei due era già stato indagato in passato per un episodio analogo.






Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2015 alle 16:10 sul giornale del 13 giugno 2015 - 2434 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/akDY