Modica: spaccio di marijuana, poliziotto senigalliese arrestato dai colleghi di Ragusa

polizia 1' di lettura 15/03/2014 - Poliziotto, originario di Senigallia, arrestato dai colleghi della Squadra mobile di Ragusa e della polizia di Stato del Commissariato di Modica per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il 52enne, originario di Senigallia ma da tempo aggregato al Commissariato di Modica, ora sospeso dal servizio, sarà infatti processato la settimana prossima. In attesa del processo, in considerazione del fatto che è incensurato e di altre attenuanti, al poliziotto è stata concessa la misura cautelare dell’obbligo di firma in Commissariato.

A nulla solo valse le giustificazioni dell'uomo ai colleghi che, al termine di una complessa e lunga attività investigativa, si sono presentati alla porta della sua abitazione. Una casa divenuta punto di riferimento per giovani tossicodipendenti. Proprio il via vai dall'abitazione dell'uomo, che si trova in una zona impervia del quartiere San Francesco la Cava a Modica bassa, di giovani noti in ambito degli stupefacenti, ha insospettito i poliziotti che prima del blitz hanno atteso l'arrivo di un ipotetico acquirente.

Una volta vista salire una ragazza, già nota alle forze dell'ordine, i poliziotti sono entrati in azione per una perquisizione domiciliare. Nel corso dell'azione hanno rinvenuto e sequestrato 175 grammi di marijuana.

Pertanto il 52enne senigalliese, che ha tentato di giustificare la presenza della droga in casa sostenendo l'uso personale, è stato tratto in arresto con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.






Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2014 alle 10:15 sul giornale del 17 marzo 2014 - 2329 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, arresto, marijuana, Sudani Alice Scarpini, ragusa, spaccio di sostanze stupefacenti, modica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZW6