La tortura sarà reato: ok del Senato al ddl

tortura 1' di lettura 05/03/2014 - Il Senato ha dato il via libera, quasi all’unanimità, all’inserimento nell’ordinamento giudiziario italiano del reato di tortura.

Il provvedimento dovrà ora passare alla Camera. Il disegno di legge prevede che chiunque, con violenze o minacce gravi, infligga acute sofferenze fisiche o psichiche ad una persona privata della libertà personale, sia punito con la reclusione da tre a dieci anni.

Nel testo approvato dal Senato, così come modificato dalla commissione Giustizia, la tortura viene qualificata come reato comune anziché un reato specifico imputabile esclusivamente ai funzionari pubblici. L'eventualità che la tortura venga commessa da un pubblico ufficiale verrà considerata solo un aggravante. Lo stesso relatore del ddl, il senatore del Pd Luigi Manconi, ha espresso forti perplessità per questa modifica, che di fatto ha depotenziato il provvedimento.






Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2014 alle 20:24 sul giornale del 06 marzo 2014 - 1460 letture

In questo articolo si parla di politica, senato, tortura, marco vitaloni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ztx