Lavoro: cresce il numero dei disoccupati, 12,9%

1' di lettura 28/02/2014 - L’Istat lancia l’allarme: dall’inizio della crisi, nel 2008, la disoccupazione ha fatto registrare il dato più alto, il 12,9%.

La percentuale non era così alta dal 1977. Dal 2008 gli occupati sono 984mila in meno mentre i disoccupati sono 3 milioni 293 mila, aumentati dell’8,6% da gennaio 2013 e quasi la metà di loro risiede nel Mezzogiorno (1milione 450mila).

Sempre più preoccupante il dato che riguarda i giovani tra i 15 e i 24 anni per i quali il tasso sale dal 41,7% al 42,4%. Il premier Matteo Renzi dal suo profilo Twitter ha commentato: “La disoccupazione è al 12,9%. Cifra allucinante, la più alta da 35 anni. Ecco perché il primo provvedimento sarà il JobsAct #lavoltabuona”






Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2014 alle 19:43 sul giornale del 01 marzo 2014 - 2469 letture

In questo articolo si parla di lavoro, redazione, disoccupazione, Sara Santini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ZfY