Somalia: assaltato hotel a Mogadisco. 31 morti tra cui alcuni deputati

24/08/2010 -

Uomini armati travestiti con uniformi militari hanno attacco oggi un albergo di Mogadiscio frequentato da funzionari governativi e politici somali. Il bilancio dell’assalto è stato di 31 persone rimaste uccise. Tra loro anche sei membri del parlamento.



La notizia è stata confermata dal primo vice primo ministro, Abdurhaman Adam Ibrahim Ibbi. Imprecisato il numero dei feriti tra i quali comunque ci sono 2 membri del Parlamento somalo.

Un commando di militanti islamici Shebab, ha attaccato l'hotel Muna, a Mogadiscio dove abitano parecchi i deputati del parlamento somalo. Il commando è arrivato in un primo tempo davanti all'hotel Sahafi 2, vicinissimo a quella che era la Casa d'Italia, ed ex ambasciata cinese, ma è stato respinto dalla sicurezza.

Testimoni oculari sostengono che durante l'assalto sarebbero entrati in azione diversi kamikaze, e che, prima dell'attacco, gli Shabab avrebbero ucciso le guardie all'ingresso dell'albergo. Inoltre gli assalitori avrebbero agito indisturbati perché indossavano la divisa dell'Esercito filo governativo somalo.

Dalla fine del 2009, il governo di transizione somalo controlla solo una piccola parte della capitale, che è invece per buona parte sotto il dominio dei ribelli. I militanti integralisti tengono sotto scacco anche il centro-sud della Somalia, un Paese devastato dalla guerra civile dal 1991.





Questo è un articolo pubblicato il 24-08-2010 alle 15:24 sul giornale del 25 agosto 2010 - 888 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia angeletti, somalia, attentato, ribelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bsQ