Europei di Nuoto: a Budapest l'Italia si fa avanti ma perde Alessia Filippi

09/08/2010 -

Lunedì 9 agosto sono cominciati a Budapest gli europei di nuoto in vasca. Gli azzurri sono partiti bene con il giovanissimo Cesare Sciocchetti che va in finale nei 400 metri di stile libero con un tempo di 3'50''95 ad ex equo con la Germania rappresentata da Clemens Rapp. Specialità in cui primeggia però la Russia con Nikita Lobintsev con soli 3'49''92.



Schiocchetti, nuovo acquisto della nazionale, ha ottenuto l’ottavo posto, ma si è aggiudicato la possibilità di portare l’Italia in finale. Non si piazza, invece Andrea Busato con 3'53"32: ultimo tempo utile è stato quello del nuotatore Schiocchetti che con la sua giovane età (fa parte della categoria anni 21) dà orgoglio all’Italia.

La nazionale italiana si piazza bene anche con Silvia Di Pietro nei 50 farfalla femminili con il tempo di 26''99. La grande debacle però è l'eliminazione di Alessia Filippi nei 200 dorso femminili che ha realizzato un tempo di 2′14″84, piazzandosi al 17° posto, ancora più indietro dell’italiana Gemo con 2′17″06. Per la 23enne romana la rassegna continentale finisce qui. A incidere sulla prestazione i problemi ad una spalla spalla: la campionessa mondiale dei 1500 metri stile libero aveva già annunciato che avrebbe partecipato solo a questa gara.

L’Italia confida però negli under 21: Marco Orsi, Damiano Letingi, Cesare Sciocchetti, Luca Dotto e Stefano Mauro Pizzamiglio, sono ragazzi degli anni ’90 e rappresentano il futuro del nuoto italiano Budapest sarà l’occasione per dimostrare quanto valgono per accedere a Shangai 2011 e poi Londra 2012. Il loro futuro sarà deciso in questi giorni a Budapest.





Questo è un articolo pubblicato il 09-08-2010 alle 13:37 sul giornale del 10 agosto 2010 - 782 letture

In questo articolo si parla di sport, budapest, laura rotoloni, europei di nuoto, Schiocchetti Cesare, nazionale under 21 nuoto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6n