Mondiali: disastro Italia, è fuori

2' di lettura 24/06/2010 -

Nel giorno del tutto per tutto, l'Italia dimostra di non avere nulla da offrire. La nazionale di Lippi, sconfita per 3 a 2 dalla Slovacchia, è uscita dal Mondiale con soli due punti. Ultima del girone.



Gli ormai ex campioni del Mondo hanno perso per 3 a 2 contro la modesta Slovacchia che, grazie al successo, passa il turno e accede agli ottavi.

Bastava un pareggio ma è arrivata una sconfitta. Un primo tempo da dimenticare con la difesa in certa, un centrocampo all'acqua di rose ed un reparto offensivo inerme. Il risultato è una Slovacchia che acquista coraggio col passare dei minuti. Al 25esimo il vantaggio.

Errore a centrocampo degli azzurri, passaggio filtrante per Vittek ed è 1 a 0. Italia gelata.

Secondo tempo più vivace. Escono Gattuso e Montolivo per far posto a Quagliarella e Maggio. Lippi prova anche la carta Pirlo per Criscito. L'Italia è più viva ma sempre disattenta. E' proprio Quagliarella ad avere l'occasione migliore. Al 25esimo, su uscita sbagliata di Mucha, l'attaccante azzurro va a botta sicura ma Skrtel salva sulla linea. Due minuti dopo il raddoppio.

Sugli sviluppi di un calcio d'angolo, l'Italia non riesce a liberare la propria area di rigore. Hamsik mette in mezzo un bel pallone sul quale si avventa il solito Vittek che anticipa Chiellini e Marchetti. E' 2 a 0. Ma ancora non è finita.

Al 37esimo gli azzurri rimettono in piedi la partita. Quagliarella penetra per vie centrali, chiede ed ottiene triangolo da Iaquinta: destro, respinge Mucha, Di Natale solo ai 10 metri, sinistro a porta vuota e rete. Al 40esimo Di Natale a sinistra, salta l'uomo e crossa basso: Quagliarella ai 6 metri, sinistro e gol. Annullato per fuorigioco. Poi il tris slovacco

Al 45esimo, su azione da fallo laterale, difesa azzurra imbambolata, Kopunek solo in area trafigge Marchetti con un pallonetto. L'ultima emozione arriva dai piedi di Quagliarelli, il migliore degli azzurri. De Rossi riesce a servirlo e l'attaccante napoletano firma il 3 a 2 con uno splendido pallonetto di destro. Brivido finale con Pepe che, all'ultima occasione utile, sbaglia a tu per tu con Mucha.






Questo è un articolo pubblicato il 24-06-2010 alle 17:47 sul giornale del 25 giugno 2010 - 1828 letture

In questo articolo si parla di riccardo silvi, sport, mondiali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wC