Trento, scoppia la protesta: baristi e ristoratori provati dalla crisi pandemica scendono in piazza

1' di lettura 11/01/2021 - Baristi e ristoratori, due categorie letteralmente messe in ginocchio dal covid-19, sono scese in piazza per protestare. La pandemia sta diventando economicamente devastante per le loro attività. 

È partita con un "concerto" all'unisono di clacson, (dal parcheggio ex Zuffo), la manifestazione organizzata dalle associazioni di categoria e denominata “Grembiuli Bianchi”. I manifestanti hanno consegnato simbolicamente al Prefetto gli scatoloni con i grembiuli bianchi insieme alle richieste delle loro categorie.

Gli obblighi, i divieti, gli orari penalizzanti, gli incassi risicati, le spese costanti, la totale incertezza sul futuro, l'assenza di programmazione, sono i punti nodali lamentati dalla base delle due categorie, lavorativamente fra le più colpite dalla pandemia

Il corteo ha attraversato pacificamente Trento per richiamare l’attenzione dell'opinione pubblica su di uno stato che sta avvilendo e depauperando numerosissime attività di entrambe le categorie.






Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2021 alle 13:40 sul giornale del 12 gennaio 2021 - 634 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIQj