Dubbi sui vaccini antiCovid: martedì 12 gennaio ore 21, diretta Facebook con relatori qualificati

3' di lettura 10/01/2021 - Sono troppe le perplessità in merito alle vaccinazioni anti-Covid, ed è compito degli operatori dell'informazione aiutare i cittadini a risolvere dubbi e incertezze, fornendo loro informazioni obbiettive e qualificate. Mettere le persone in condizione d' essere informate sui meccanismi d’azione dei vari vaccini e sui possibili effetti collaterali: questo e' il progetto divulgativo dello "Studio Psicologico Melandri" di Roma e del Gruppo Facebook “Un Impero Sorgerà”.

Lo Studio Psicologico Melandri è nato nel 2016 come un centro di psicoterapia (con prezzi "sociali", facilmente accessibili a tutti) che vuole rendere il benessere psicologico una realtà accessibile a tutti. Il dr.Stefano Lalle, fondatore e responsabile di questa realtà, ha aperto la sua attività alla promozione culturale, ricorrendo allo svolgimento di seminari in sede ed online e workshop; istituendo, inoltre, un canale YouTube ed una pagina Facebook, dove si possono trovare video divulgativi sulle varie forme di patologie psichiche. Martedì 12 gennaio, allora, alle ore 21 andrà in onda sulla pagina Facebook dello Studio Psicologico Melandri (https://www.facebook.com/studiopsicologicomelandri/) e sul suo Canale YouTube, e sul Gruppo Facebook “Un Impero Sorgerà” (https://www.facebook.com/groups/869972646856144/?ref=bookmarks) una diretta speciale sul vaccino anti Covid-19: da cui il pubblico potrà attingere informazioni esatte sui vaccini anti-Covid dal punto di vista non solo immunologico e santario in senso ampio, ma anche psicologico.

Condurranno il Dr. Stefano Lalle, psicologo analista junghiano, insieme alla dottoressa Tiziana Melillo, biologa specialista in microbiologia e virologia, docente di Microbiologia clinica all'Università "Tor Vergata", per affrontare le questioni relative ai vari vaccini, col supporto di Mirko Valeri, operatore sociale e artista, animatore di "Un Impero Sorgerà". Quest'ultimo progetto, invece, è nato a marzo scorso dalla canzone omonima della band musicale "Mirko Valeri & I Via Greve", durante il lockdown, per sostenere con una raccolta fondi l’ospedale "San Giovanni - Addolorata" di Roma. Quando la macchina del terzo settore a marzo sì è fermata, Mirko Valeri e il collettivo "Un Impero Sorgerà", da lui presieduto, han proseguito in prima linea a fornire sostentamento ai senza tetto, recandosi nelle abitazioni di persone anziane, malate e sole per procurare loro beni primari come generi alimentari e medicine, smistando e consegnando tali beni a molti cittadini privi di reddito e donando il sangue per far fronte all’emergenza sanitaria.

Ma torniamo agli aspetti piu' strettamente medici e sanitari del problema. "Mi vaccinerò ma sarò l'ultimo a farlo allo Spallanzani, perché penso che è così che deve fare un capitano", ha dichiarato il Direttore sanitario dello "Spallanzani" di Roma, Francesco Vaia. Nel corso della trasmissione RAI "Sottovoce", Vaia ha ribadito di essere "contrario all'obbligatorietà" per i vaccini: "Le perplessità sono legittime, ognuno può avere delle opinioni diverse. Noi dobbiamo convincere le persone che dobbiamo amare i nostri cari e il nostro Paese. Dobbiamo utilizzare questo strumento che non fa del male”.

“Dobbiamo imparare a fidarci della ricerca scientifica. È quella che ci consente oggi, con il vaccino anti - Covid, di non dover arrivare all’immunità di gregge avendo milioni di morti”. A parlare è ora, invece, in un intervista a "Quotidiano Sanità", Paolo Bonanni, Professore Ordinario dell’Università di Firenze, Direttore della Scuola di Specializzazione di Igiene e Malattie preventive e consulente dell’ECDC a Stoccolma. “Abbiamo uno strumento che ci può immunizzare", sottolinea, "proteggere dalla malattia e probabilmente dalla trasmissione. Se tutti lo usassimo, visto che a tutti verrà offerto, potremmo veramente spegnere la pandemia nel giro di pochi mesi: perché negarci allora questa importante possibilità per una paura senza senso, senza basi scientifiche?”.


di Fabrizio Federici
redazione@vivereroma.org





Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2021 alle 22:52 sul giornale del 12 gennaio 2021 - 517 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, Fabrizio Federici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bIKs