Con la "Manovra 2021" in arrivo ulteriori bonus

4' di lettura 07/01/2021 - Insieme alla Legge di Bilancio in vigore dal primo gennaio 2021, arriveranno numerosi bonus. Per poterli ricevere, a seconda delle situazioni, bisognerà attendere il corrispondente decreto ministeriale, oppure una circolare o un provvedimento dell’Agenzia delle Entrate. 

Tra i più importanti: il Bonus auto elettrica, un provvedimento valido solo per il 2021 e per il quale sono stati stanziati 20 milioni di euro. Per chi ha un Isee che non supera i 30mila euro, è previsto un contributo del 40% della spesa per un veicolo elettrico di potenza fino a 150 kw, dal prezzo inferiore ai 30mila euro. Il Bonus cargo bike, per le microimprese che si occupano di trasporto merci a livello urbano. Vale 2mila euro (massimo) come credito di imposta massimo del 30% delle spese sostenute per l’acquisto di cargo bike anche a pedalata assistita. La fruizione sarà stabilita entro i primi di marzo. Trattasi di bonus subordinato all’autorizzazione della Commissione europea, per la norma sugli aiuti di Stato.

Vi è poi il Bonus mobili, con un tetto-limite che passa a 16mila euro, e ancora, il Bonus gruppo elettrogeno, in ambito ristrutturazioni edilizie, per chi volesse sostituire il vecchio gruppo elettrogeno di emergenza con nuovi generatori a gas, è prevista una detrazione del 50%. C'è l'Ecobonus facciate, verde, grandi elettrodomestici, già presente nel 2020 e prorogato di un anno: detrazioni per chi compra grandi elettrodomestici nell’ambito delle ristrutturazioni ma anche per chi prevede ristrutturazioni al 50% o 65% o il rifacimento delle facciate. Il bonus è valido anche per le spese non superiori a 5mila euro per giardini pensili, copertura a verde e sistemi di irrigazione che si possono detrarre al 36%.

Il Superbonus 110%: pannelli, bonus colonnine di ricarica, destinato alle ristrutturazioni di condomini ed edifici, valido fino al 30 giugno del 2022. Confermata la detrazione 110%, estesa ai cittadini che investono in impianti solari fotovoltaici e colonnine di ricarica. E ancora: il Bonus idrico, con un finanziamento di 1.000 euro ai primi 20mila che lo richiederanno e che consiste nell’agevolazione per la sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi a scarico ridotto, ma pure rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia. Il Bonus filtro, con modalità dell’erogazione stabilite dal direttore dell’Agenzia delle Entrate entro 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio. Concerne in un provvedimento destinato ad esercenti ed enti del terzo settore che va dai 1.000 euro per persona fisica ai 5mila euro per gli altri. È un credito di imposta del 50% delle spese per chi compra e installa sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica alimentare

Troveremo pure: il Bonus proprietari casa, che prevede un massimo di 1.200 euro all’anno per un’abitazione affittata. La condizione è che il locatore riduca il canone di locazione per ottenere, come credito d’imposta, il 50% dello sconto con tetto a 1.200 euro. Entro due mesi dalla data di entrata in vigore della legge di Bilancio, verranno stabilite, con un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate, le modalità di attuazione e la percentuale di riduzione del canone di locazione. Il Bonus Resto al Sud, per i cittadini che, (massimo 55enni), siano essi residenti o in procinto di trasferirsi al Sud, potranno usufruire di un prestito fino a 60mila euro con garanzia pubblica o 50mila euro a socio (50% a fondo perduto, 50% a tasso zero da restituire in 8 anni) per avviare un’attività imprenditoriale registrata nei settori della pesca, dell’industria, dell’artigianato, nei servizi turistici o nell’acquacoltura.

Il Bonus studenti fuorisede, previsto, per studenti fuorisede con Isee inferiore ai 20mila euro, un contributo per le spese di locazione abitativa a patto che non abbiano già altri contributi pubblici per alloggi diversi. Ci saranno pure un Bonus Smart tv, per cittadini con l’Isee fino a 20mila euro e un Bonus smartphone/tablet, per famiglie con Isee inferiore a 20mila euro annui che abbiano almeno un componente iscritto a scuola o all’università e che siano prive di contratti di connessione a Internet o di telefonia mobile. Una concessione in comodato gratuito di un dispositivo elettronico dotato di connettività per un anno. Il Bonus occhiali, con un voucher da 50 euro una tantum utilizzabile per l’acquisto di occhiali da vista o lenti a contatto correttive (purché si sia in possesso di Isee non superiore a 10mila euro annui).

TAG:






Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2021 alle 13:12 sul giornale del 08 gennaio 2021 - 852 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bInO