Milano: sei feriti per un esplosione, uno è grave

1' di lettura 12/09/2020 - E' di cinque persone rimaste ferite in modo lieve e una in modo più serio il primo bilancio dell'esplosione che si è verificata questa mattina in una palazzina di piazzale Libia a Milano. La probabile causa è una fuga di gas.

"Sono uscito subito sul balcone, mi hanno colpito molto quei secondi di silenzio subito dopo il boato - ricorda il condomino di un palazzo adiacente - Poi sono iniziate le urla e poco dopo le prime sirene. Da lontano ho visto un ragazzo messo male, credo fosse quello che poi è stato ricoverato e che ora è grave". A confermare le condizioni dell'uomo è il condomino del secondo piano che è scappato in strada come gli altri. "Sono stato svegliato dall'esplosione e subito dopo ho sentito precipitare l'ascensore - racconta - Ho preso le scale e sono arrivato al piano terra, c'erano un po' di fiamme e detriti, lì ho visto il ragazzo ferito. Aveva ustioni dappertutto". La persona ferita più gravemente è un uomo di 30 anni, le cui iniziali sono S.A., che ha riportato ustioni di secondo e terzo grado su tutto il corpo. L'uomo è stato trasportato in codice rosso all'ospedale Niguarda. Lo comunica Areu, spiegando che sarebbero una cinquantina gli abitanti del condominio e che dall'esplosione al piano terra si sarebbe poi sviluppato un incendio che avrebbe coinvolto il primo piano. Sul posto sono intervenuti una squadra USAR, 9 ambulanze, 2 automediche, 1 autoinfermieristica, oltre a Polizia, vigili del fuoco e vigili urbani.






Questo è un articolo pubblicato il 12-09-2020 alle 17:26 sul giornale del 14 settembre 2020 - 332 letture

In questo articolo si parla di cronaca, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bvPv