Senigallia: Liberi come Epicuro, sold-out e un fuori programma memorabile per la prima giornata del Festival Epicureo

2' di lettura 24/07/2020 - Angela Lombardo, Giulio Lucchetta, Matteo "Barbasofia" Saudino, Selene I. S. Brumana e il Campanile Group hanno fatto sognare e riflettere il pubblico dei Giardini della Pascoli nella prima giornata del Festival Epicureo.

La seconda edizione di questo Festival si è aperta alle 18:00 con l’intervento della scrittrice Angela Lombardo, che dopo averci già dato i 15 consigli epicurei nel suo libro per una vita più dolce, ieri ha approfondito in particolare i suoi esercizi di Carpe Diem, che come ci spiega non significa “cogli l’attimo”, ma “godi del frutto che può darti questa giornata”.

Il professor Giulio Lucchetta ha raccontato una polemica contro gli epicurei nata in seno allo stoicismo.

Molto atteso è stato l’intervento “Morte alla morte” di Matteo Barbasophia Saudino, docente, scrittore e youtuber che diffonde la filosofia tramite le sue video-lezioni. Il suo intervento, dedicato ad Epicuro e soprattutto alla sua visione della morte "Morte alla Morte" è stata un’occasione per molti dei suoi fan per vedere e partecipare ad una delle sue lezioni in maniera ancora più coinvolgente e non attraverso uno schermo.

La serata si è aperta con la musica del Campanile Group, composto da Giacomo Campanile, Achille Campanile e Lucio Chieruzzi, che ha coinvolto il pubblico con le proprie canzoni dedicate ad Epicuro.

Stimolante l'intervento di Selene I.S. Brumana, che ha portato sul palco lo Stoicismo, dottrina da sempre opposta all’Epicureismo. Un’opportunità di confronto e un maggiore arricchimento per aprire le nostre menti che è stata affrontata anche con una divertente polemica.

A conclusione della serata è tornato sul palco il Campanile Group, ma questa volta con tre coristi d'eccezione: Matteo Saudino, Selene I. S. Brumana e Angela Lombardo per una conclusione di serata davvero memorabile.








Questo è un articolo pubblicato il 24-07-2020 alle 09:53 sul giornale del 25 luglio 2020 - 124 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Netanya Primicino Coen, liberi come epicuro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brAU