Mestre: travolta mentre attraversa la strada. Muore a 29 anni Pegah Naddafi, è la figlia di un noto ristoratore

2' di lettura 04/01/2020 - Stava attraversando la strada quando è strata investita da un'auto che l'ha centrata in pieno. A perdere la vita a Mestre, poco dopo la mezzanotte di sabato, è stata la 29enne Pegah Naddafi, di ogirini iraniane, residente a Senigallia ma in Veneto per motivi di studio. Pegah è l'ennesima vittima della strada.

La ragazza è figlia di Kamyar Naddafi, titolare della "Taverna da Kamyar", noto ristorante pizzeria nel centro storico di Senigallia. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, fatta dalle forze dell'ordine di Mestre, la ragazza stava attraversando la strada, in via Vespucci, all'incrocio con via Cattaneo. Era sola e stava rientrando a casa, abitava poco distante in un appartamento in via Bissuola. In prossimità dell'incrocio c'è proprio un attraversamento con tanto di strisce pedonali regolato anche da un semaforo. Proprio mentre attraversava la strada Pegah è stata travolta da un'auto.

Alla guida c'era un 46enne di Noale, piccolo comune della città metropolitana di Venezia, che procedeva dal centro di Mestre in direzione di San Giuliano. L'uomo, risultato negativo all'etilometro, ha riferito alle autorità di non aver visto la ragazza che stava attraversando e di essere comunque passato con il semaforo verde.
Circostanza questa che dovrà essere verificata, così come l'esatta dinamica dell'accaduto. Il corpo della giovane, dopo l'impatto, è stato sbalzato a terra, sul marciapiede, alcuni metri più avanti delle strisce pedonali dove comunque avrebbe attraversato. La Polizia Locale dovrà accertare se la giovane aveva attivato il pulsante per l'attraversamento al semaforo e di che colore era il semaforo nel momento in cui Il conducente dell'auto ha investito la ragazza. In attesa degli sviluppi delle indagini l'automobilista sarà comunque indagato per omicidio stradale.

Subito dopo l'impatto il 46enne si è fermato e sotto shock ha fornito le prime spiegazioni alla Polizia Locale. Sul posto sono subito arrivati i soccorritori del 118 che hanno provato un disperato massaggio cardiaco per cercare di salvare la giovane che però è morta sul colpo. Pegah Naddafi mancava da Senigallia da qualche anno, da quando aveva deciso di iscriversi all'Università Cà Foscari di Venezia. Aveva poi deciso di restare in Veneto per continuare gli studi nel settore che aveva scelto, quello delle scienze del linguaggio. I suoi sogni però si sono tragicamente spezzati sabato notte.






Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2020 alle 16:29 sul giornale del 07 gennaio 2020 - 958 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beHy