Benzina, ritocchi al rialzo

1' di lettura 03/01/2020 - Nei prossimi giorni i prezzi dei carburanti potrebbero aumentare ancora.

Nuovi movimenti al rialzo sulla rete carburanti italiana dopo la pausa delle festività. Mentre le quotazioni in Mediterraneo sono in salita sia per la benzina che per il gasolio, si registrano aumenti dei prezzi consigliati per Eni sul Gpl (+2 cent), Tamoil sul diesel (+1 cent) e il Gpl (+2 cent) e IP, Italiana Petroli e Q8 su tutti e tre i prodotti (+1 cent). Passando ai prezzi praticati sul territorio, invece, non si riscontrano particolari variazioni. In base all'elaborazione dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all'Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è a 1,593 euro al litro, con i diversi marchi che vanno da 1,587 a 1,614 (no logo 1,570). Il prezzo medio praticato del diesel è invece a 1,487 euro, con le compagnie che passano da 1,485 a 1,502 euro (no logo 1,468). "Il 2020 potrebbe aprirsi con un nuovo caro-benzina - afferma il Codacons, dicendosi pronto ad iniziative legali contro qualsiasi rincaro speculativo dei prezzi alla pompa - per effetto delle quotazioni del petrolio che sono salite ai massimi degli ultimi quattro mesi raggiungendo quota 63 dollari". Il Codacons ricorda infatti che "i carburanti venduti oggi presso i distributori sono stati acquistati nei mesi scorsi, quando le quotazioni del petrolio erano inferiori, e un aumento repentino dei prezzi alla pompa non appare in alcun modo giustificato''.






Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2020 alle 15:54 sul giornale del 04 gennaio 2020 - 582 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beGf