Altre due defezioni nel M5S: lasciano i deputati Angiola e Rospi

1' di lettura 03/01/2020 - Dopo l'espulsione di Paragone e l'abbandono di Fioramonti, i due parlamentari hanno annunciato il passaggio nel gruppo misto della Camera.

Il Movimento 5 Stelle perde altri due parlamentari: i deputati Nunzio Angiola e Gianluca Rospi hanno comunicato la decisione di lasciare il Movimento per confluire nel gruppo misto. Entrambi, nell’abbandonare la formazione politica, ne hanno criticato duramente la gestione: il primo ha attaccato i vertici che “hanno preferito trincerarsi in una chiusura pregiudiziale nelle proprie granitiche convinzioni”, per il secondo “non è più tollerabile una gestione verticistica e oligarchica” del Movimento. Il pugliese Angiola - il quale ha precisato che la sua decisione “non è da porsi in connessione con quella di altri colleghi parlamentari, come Lorenzo Fioramonti” - ha spiegato di non aver maturato la scelta di lasciare il M5S “da un mio personale cambiamento di opinioni”, bensì dall’atteggiamento di chiusura di chi guida il Movimento. All’abbandono di Angiola è seguito poco dopo quello di Rospi, anche lui rapido nel rivendicare l’autonomia della propria scelta. “In queste festività ho riflettuto tanto - ha spiegato l’ex pentastellato - e, per svariate ragioni, in primis il non condividere la manovra di bilancio approvata di recente e la mancanza di collegialità nelle decisioni all'interno del gruppo, ho maturato l’idea di lasciare, con grande rammarico, il Movimento 5 Stelle”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-01-2020 alle 16:03 sul giornale del 04 gennaio 2020 - 530 letture

In questo articolo si parla di politica, edoardo diamantini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beGg