Denuncia il figlio schizofrenico per farlo curare: il gesto estremo di un papà 80enne

1' di lettura 24/09/2019 - L’uomo avrebbe subito maltrattamenti per oltre 10 anni e ora ha deciso di denunciare il figlio malato per costringerlo a curarsi.

L’episodio è accaduto in una località della provincia di Torino, dove un ex consulente aziendale di 80 anni ha compiuto un gesto estremo pur di costringere il figlio a curarsi.

Vittima di continue aggressioni, l’ultima avvenuta nell’agosto del 2018, l’uomo ha deciso di rivolgersi ai carabinieri e di presentare regolare denuncia nei confronti del figlio malato di schizofrenia. Quest’ultimo, dopo aver abbandonato gli studi, viveva dietro mantenimento della famiglia, ma rifiutava di sottoporsi alle cure, rendendosi protagonista spesso di atti di violenza. In seguito al gesto del papà, la magistratura ha emesso un divieto di avvicinamento da parte del giovane, subito rintracciato e affidato a una comunità. Dalle prime indagini sono emersi episodi analoghi di maltrattamento, andati avanti per ben 10 anni: già nel 2009 infatti, il padre aveva riportato una frattura allo sterno che gli aveva procurato una prognosi di 40 giorni, anche se non furono avviati procedimenti penali.

In seguito agli accertamenti del caso, ad oggi sono stati discussi gli esiti degli esami psichiatrici che, secondo quanto riferito dagli specialisti interpellati sul caso, la condizione del giovane oscillerebbe tra la seminfermità totale e parziale. Il papà, affidato all’avvocato Davide Mosso non si sarebbe costituito parte civile.






Questo è un articolo pubblicato il 24-09-2019 alle 19:58 sul giornale del 25 settembre 2019 - 997 letture

In questo articolo si parla di Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baWl