Mancano i medici, in Molise arrivano quelli militari

Medico, medicina, salute 1' di lettura 03/06/2019 - Negli ospedali del Molise potrebbero presto sbarcare medici militari, per ovviare alla carenza di camici bianchi specialisti.

Il commissario alla sanità della Regione Molise, Angelo Giustini, ha infatti chiesto l'aiuto del personale militare per scongiurare la chiusura, già da mercoledì, dei reparti di ortopedia e traumatologia degli ospedali di Isernia e Termoli, in provincia di Campobasso. Il blocco del turn over e "l’inappropriata programmazione del passato ha creato concorsi deserti e carenza oggettiva di specialisti nel sistema sanitario regionale", ha spiegato Giustini.

La proposta di richiedere i medici militari è stata avanzata già da un paio di settimane negli incontri avuti con i ministeri della Salute e della Difesa. Giovedì nell'ultima riunione di Gabinetto al ministero della Difesa è stato stilato un elenco di 105 camici bianchi militari che possono essere selezionati per essere impiegati nella sanità civile. I militari dovrebbero essere impiegati per almeno 5 mesi, un tempo necessario per permettere l'approvazione definitiva di un decreto ad hoc e quindi di espletare i concorsi.

Contrario il presidente della Regione Donato Toma: "Si tratta di una iniziativa della gestione commissariale, avrei preferito una soluzione più strutturata della crisi sanitaria molisana".






Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2019 alle 17:14 sul giornale del 04 giugno 2019 - 625 letture

In questo articolo si parla di cronaca, medicina, salute, molise, marco vitaloni, articolo, medici militari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8dl