Milano: corpo mutilato e carbonizzato, fermate due persone

polizia generico 1' di lettura 01/04/2019 - Due uomini sono stati fermati lunedì dalla polizia nell'ambito dell'indagine sul corpo fatto a pezzi e bruciato trovato sabato sera alla periferia nord di Milano.

Secondo quanto riporta La Repubblica, si tratterebbe di due uomini di nazionalità colombiana: uno dei due è stato fermato mentre tentava di rientrare in Sudamerica con un volo dall'aeroporto di Malpensa. I due sono stati fermati con l'accusa di omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere.

Il cadavere era stato ritrovato sabato sera in un gabbiotto dei rifiuti dato alle fiamme in via Cascina dei Preti, nel quartiere Bovisasca. Erano stati i vigili del fuoco intervenuti per spegnere il rogo a scoprire il corpo, mutilato e chiuso in una grossa valigia.

La vittima, un uomo, non è stata ancora identificata. Gli sarebbe stata tagliata la gola, poi con un'accetta gli hanno tagliato testa, gambe e piedi; quindi lo hanno messo in una valigia, lo hanno portato con un carrello nel deposito per i rifiuti e gli hanno dato fuoco. Secondo gli inquirenti l'uomo sarebbe stato ucciso dopo una lite durante una festa in una casa della zona.






Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2019 alle 18:34 sul giornale del 02 aprile 2019 - 644 letture

In questo articolo si parla di cronaca, omicidio, milano, 113, polizia di stato, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a52m