Mafia Capitale: l'ex sindaco Alemanno condannato a 6 anni per corruzione

gianni alemanno 25/02/2019 - L'ex sindaco di Roma Gianni Alemanno è stato condannato a 6 anni di carcere per corruzione e finanziamento illecito in uno dei processi relativi a Mafia Capitale.

I giudici della II sezione penale del Tribunale di Roma hanno disposto nei confronti di Alemanno anche la confisca di 298mila euro e l'interdizione perpetua dai pubblici uffici. La Procura di Roma aveva chiesto una condanna a 5 anni.

Secondo la tesi del pm Luca Tescaroli, Alemanno era l'uomo politico di riferimento dell'associazione criminale guidata dall'ex terrorista nero Massimo Carminati e dal capo della cooperativa sociale 29 giugno Salvatore Buzzi.

L'ex sindaco era accusato di aver ricevuto, attraverso la Fondazione Nuova Italia da lui presieduta, 298mila euro da Buzzi per pilotare le nomine dei dirigenti e gli appalti di Ama, la municipalizzata che gestisce i rifiuti a Roma.






Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2019 alle 18:25 sul giornale del 26 febbraio 2019 - 506 letture

In questo articolo si parla di cronaca, roma, Gianni Alemanno, condanna, corruzione, marco vitaloni, articolo, mafia capitale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4EM