Crotone: barca a vela incagliata davanti alla spiaggia, 51 migranti salvati dai cittadini

10/01/2019 - Nelle prime ore di giovedì sono sbarcati a Torre di Melissa, in provincia di Crotone, 51 migranti di nazionalità curda.

La piccola barca a vela con la quale sono arrivati si è incagliata a diversi metri dalla spiaggia. Le urla dei migranti hanno svegliato alcuni residenti che sono subito intervenuti per soccorrerli e portarli a terra. Il gruppo di naufraghi, composto da uomini, donne e bambini tra cui un neonato, è stato portato in un hotel nei pressi della spiaggia per mangiare e asciugarsi. Nella tarda mattinata sono stati trasferiti nel centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto per le procedure di identificazione.

Nel frattempo sono stati arrestati i due presunti scafisti, due cittadini russi, che si sarebbero messi in salvo prima di lasciare la barca alla deriva. I due si sono presentati in serata in un altro hotel della zona chiedendo una stanza. Il portiere, insospettito dalle condizioni dei due e dai loro documenti, ha chiamato i carabinieri.

I 51 curdi sono i primi migranti sbarcati in Italia in questi primi giorni dell'anno. Secondo i dati del ministero dell'Interno, a dicembre sono sbarcati (arrivati sulle spiagge o soccorsi in mare da Guardia costiera e Marina Militare) 359 migranti; nei tre mesi precedenti erano stati quasi 3mila.






Questo è un articolo pubblicato il 10-01-2019 alle 18:22 sul giornale del 11 gennaio 2019 - 592 letture

In questo articolo si parla di cronaca, migranti, crotone, marco vitaloni, articolo, sbarchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3ap