Varese: scoperta una casa di riposo abusiva

guardia di finanza 05/11/2018 - La guardia di finanza di Luino, coordinata dalla procura di Varese, ha scoperto e chiuso una casa di assistenza e cura per anziani completamente abusiva sul Lago Maggiore.

La struttura, ubicata in una lussuosa villa sulle sponde del lago, operava senza aver nessuna autorizzazione amministrativo-sanitaria e senza personale medico e paramedico specializzato. La villa inoltre non era idonea ad ospitare una casa di cura perchè priva dei requisiti strutturali minimi.

Nella casa di riposo erano presenti, oltre al gestore, due lavoratrici in nero: una operatrice socio sanitaria, indagata assieme al gestore della struttura, e una badante di nazionalità ucraina, irregolare. Le due donne si occupavano della gestione giornaliera degli ospiti, somministrando farmaci senza prescrizione medica.

La casa di riposo abusiva ospitava una decina di anziani; la retta mensile era di 2mila euro. L'immobile è stato sequestrato dai finanzieri, assieme a un ingente quantitativo di farmaci. Gli anziani sono stati affidati ai parenti o collocati in altre strutture socio-sanitarie.





Questo è un articolo pubblicato il 05-11-2018 alle 17:18 sul giornale del 06 novembre 2018 - 1005 letture

In questo articolo si parla di cronaca, guardia di finanza, finanza, casa di riposo, varese, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZ6I