Ancora maltempo in Italia: sale il bilancio delle vittime

02/11/2018 - L'Italia è ancora nella morsa del maltempo: temporali, vento e neve imperversano su tutta la penisola. La protezione civile ha emesso un nuovo avviso, che prevede da sabato allerta rossa sul Veneto e arancione su Lombardia, Toscana, Umbria, Lazio e Campania, Abruzzo, Molise e Sicilia.

E intanto continua ad aggravarsi il bilancio delle vittime, dopo quelle registratesi nei giorni scorsi. Due pensionati di Villarbasse (Torino), Giuseppe Rosso di 74 anni e Miriam Curtaz di 73 anni, sono morti a Lillianes (Aosta) nella Valle di Gressoney, a seguito della caduta di un albero sull'auto in cui viaggiavano. Altre due vittime, si sono registrate in Alto Adige: un uomo di 53 anni di Laces, è deceduto in ospedale dopo che lunedì, mentre stava guidando in Val Venosta, era stato colpito da un albero. Un'altra vittima è un 81enne della Val Badia precipitato dal tetto della sua malga mentre stava facendo dei lavori dopo i danni subiti dalla violenta perturbazione. L'uomo è morto sul colpo. La quinta vittima è un anziano che è scivolato nel fiume Chiese, nel Bresciano, ed è stato trascinato dalla corrente.

Particolarmente difficile la situazione nel Bellunese, dove i danni del maltempo sono molto ingenti: interi comuni sono rimasti senza collegamenti viari, energia elettrica e linee telefoniche. Decine di migliaia di abitazioni che per alcune ore sono rimaste senza luce. Larghe parti della provincia sono completamente isolate. Una frana di terra e fango ha completamente ostruito venerdì mattina la strada regionale 203 che collega Cencenighe con Agordo.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 02-11-2018 alle 09:54 sul giornale del 03 novembre 2018 - 614 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZZS