Il tifone Jebi si abbatte sul Giappone, almeno 7 morti

04/09/2018 - Il tifone Jebi ha colpito martedì la parte occidentale del Giappone, provocando grossi danni.

Almeno sette persone sono morte e oltre duecento sono rimaste ferite. Il tifone, definito dai meteorologi giapponesi il più violento a colpire il paese negli ultimi 25 anni, ha causato valanghe e alluvioni. I forti venti, che hanno raggiunto una velocità media di 216 chilometri orari, hanno provocato gravi disagi ai trasporti.

Nella baia di Osaka il vento ha fatto schiantare una nave cargo contro un ponte. Allagate le piste di atterraggio dell'aeroporto Kansai di Osaka, costruito su un'isola artificiale. Le autorità hanno invitato oltre un milione di persone a lasciare temporaneamente le loro abitazioni per andare negli appositi centri di accoglienza. Centinaia di migliaia di case nelle zone colpite sono rimaste senza energia elettrica.

Il Giappone è stato pesantemente colpito dalle forti piogge e dai tifoni nell'estate 2018: a luglio alluvioni e frane hanno provocato 220 morti e migliaia di sfollati.





Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2018 alle 17:51 sul giornale del 05 settembre 2018 - 640 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giappone, tifone, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aX4O