Aprilia: sparano a un migrante con un fucile ad aria compressa, denunciati tre giovani

Carabinieri 550 16/08/2018 - Tre giovani, un 20enne e due minori, sono stati denunciati dai carabinieri con l’accusa di lesioni aggravate per aver sparato dalla finestra con un fucile ad aria compressa contro un immigrato camerunense.

L'episodio è avvenuto la mattina di Ferragosto nel centro di Aprilia, in provincia di Latina. Il migrante è stato raggiunto al piede da un piombino mentre camminava. Ferito e spaventato, è entrato in un negozio chiedendo aiuto.

I carabinieri, dopo una serie di perquisizioni nelle abitazioni vicine da dove poteva essere partito il colpo, hanno individuato l'arma e i tre responsabili. I giovani, denunciati per lesioni aggravate, si sono giustificati dicendo che stavano provando il fucile.

Un episodio di possibile razzismo che ricorda quello avvenuto un mese fa a Roma, nel quartiere Centocelle: un 50enne, ex impiegato del Senato, aveva sparato dal balcone con un pistola ad aria compressa ferendo una bambina rom di un anno.

Un altro episodio simile è avvenuto il 10 luglio scorso a Latina Scalo: tre 23enni a bordo di un'auto avevano sparato alcuni colpi con una pistola ad aria compressa contro due migranti nigeriani che aspettavano l'autobus.





Questo è un articolo pubblicato il 16-08-2018 alle 16:34 sul giornale del 17 agosto 2018 - 527 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, migranti, lesioni, marco vitaloni, aprilia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXyl