Germania, madre vende il figlio ai pedofili sul dark web, condannata a 12 anni

08/08/2018 - L’opinione pubblica tedesca è sconvolta: Berrin Taha, madre adottiva della vittima - che oggi ha 10 anni - e il suo compagno Christian Lais, sono stati condannati rispettivamente a 12 anni e mezzo e 12 anni di reclusione, per abusi sessuali e prostituzione forzata di minore.

In cambio di denaro, la donna ha permesso che suo figlio adottivo, un bambino che oggi ha appena 10 anni, venisse sistematicamente violentato da uomini conosciuti tramite il dark web, quella parte dell’internet utilizzata dai criminali per traffico di organi, droga, prostituzione e organizzazioni terroristiche.

Il Tribunale di Friburgo ha condannato Berrin Taha, di anni 48, ad una pena di 12 anni e mezzo, mentre il suo compagno, Christian Lais, di 39 anni, a 12 anni di reclusione, con l’accusa di abusi sessuali e prostituzione forzata di minore. Residenti a Stafuen, nella Germania sud-occidentale, la coppia faceva parte di una rete di pedofili che filmava le violenze afflitte al bimbo per poi ridistribuirle sul web dietro ingenti somme di denaro.

Iniziata nel 2017 grazie ad una segnalazione anonima, l’indagine è arrivata al punto di svolta grazie alla confessione di Lais, già condannato precedentemente per pedofilia e possesso di materiale pedopornografico. L’uomo ha successivamente richiesto ai giudici di poter seguire una terapia di recupero durante la sua detenzione.

Oltre alla coppia, arrestate anche altre persone: 4 tedeschi, uno svizzero e uno spagnolo. Quest’ultimo, Javier Gonzàlez Diaz, 33 anni, è stato condannato a 10 anni per aver stuprato il bambino più volte, pagando alla coppia oltre 10mila euro. Gli inquirenti hanno appurato che le violenze hanno avuto inizio nel 2015 e che la vittima è stata umiliata, insultata, legata, mascherata e maltrattata.





Questo è un articolo pubblicato il 08-08-2018 alle 12:44 sul giornale del 09 agosto 2018 - 1081 letture

In questo articolo si parla di Maria Luigia Lapenna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aXmW