Giappone: eseguite 7 condanne a morte, erano responsabili dell'attacco alla metro di Tokyo

06/07/2018 - Avevano colpito, nel 1995, la via sotterranea di Tokyo con il gas nervino sarin. Nell'attentato morirono 13 persone e ne rimasero ferite oltre 6mila, per questo 7 persone sono state giustiziate.

Il 20 marzo 1995, i membri usarono ombrelli con punte affilate per bucare sacchi pieni di sarin liquido in cinque vagoni della metroipolitana di Tokyo durante l'ora di punta. I sette condannati facevano parte della setta religiosa Aum Shinrikyo, ritenuta la responsabile della strage. Il primo ad essere condannato a morte Shoko Asahara, 63enne, il cui vero nome era Chizuo Matsumoto, capo della setta religiosa.

In diversi forum delle Nazioni Unite il Giappone è stato aspramente criticato per aver mantenuto la pena di morte, chiedendone l'abolizione o almeno una sospensione delle esecuzioni.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2018 alle 23:35 sul giornale del 07 luglio 2018 - 996 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aWmB