Turchia: sospeso l'accordo di riammissione dei migranti con la Grecia

Recep Tayyp Erdogan 07/06/2018 - La Turchia ha sospeso l'accordo di riammissione dei migranti irregolari con la Grecia come risposta alla decisione di un tribunale greco di rilasciare otto ex soldati turchi accusati di essere coinvolti nel tentato colpo di stato del luglio 2016.

Lo ha annunciato il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu. L'accordo di riammissione prevede il ritorno in Turchia dei migranti irregolari arrivati in Grecia partendo dalle coste turche, in cambio del trasferimento di altrettanti profughi siriani nei paesi dell’Unione europea.

L'intesa fa parte del più ampio accordo sulla crisi dei migranti raggiunto nel marzo 2016 da Unione Europea e Turchia che ha permesso di ridurre notevolmente gli arrivi dalla rotta balcanica.

Gli otto soldati turchi erano fuggiti in Grecia a bordo di un elicottero militare dopo il fallito golpe contro il presidente Erdogan. La giustizia greca ha sempre rifiutato di concedere l'estradizione sostenendo che i soldati non avrebbero in Turchia un processo equo.





Questo è un articolo pubblicato il 07-06-2018 alle 17:29 sul giornale del 08 giugno 2018 - 591 letture

In questo articolo si parla di attualità, migranti, turchia, grecia, marco vitaloni, recep tayyp erdogan, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aVol