Russia: giallo sulla morte di un reporter. Indagava sui mercenari russi in Siria

16/04/2018 - E' giallo in Russia per la morte del giornalista investigativo Maksim Borodin, a causa delle ferite riportate 3 giorni fa a causa di una caduta dal balcone al quinto piano della sua abitazione a Ekaterinburg, negli Urali.

Non chiara la dinamica dell'incidente. La polizia sostiene infatti che l'abitazione fosse chiusa dall'interno e avrebbe parlato di suicidio. L'ipotesi è invece stata scartata da Polina Rumjanseva, la direttrice di “Novij Den”, il giornale dove Borodin lavorava.

Il reporter 32enne, in particolare nell'ultimo periodo stava indagando sul ritrovamento di cadaveri di mercenari di Mosca in Siria. Migliaia di mercenari sarebbero stati utilizzati in Siria e forniti da una compagnia militare privata russa, che fa capo all’oligarca Yevgeny Prigozhin, noto come lo “chef di Putin”. Prigozhin é lo stesso responsabile della cosiddetta “fabbrica di troll” (disturbatori su internet), accusata del tentativo di influenzare le elezioni presidenziali americane del 2016.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 16-04-2018 alle 11:30 sul giornale del 17 aprile 2018 - 1129 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aTDG