Maldive nel caos: dichiarato lo "stato d'emergenza"

06/02/2018 - L'ex presidente delle Maldive, Maumoon Abdul Gayoom, è stato arrestato lunedì con l'accusa di di corruzione e tentato colpo di Stato.

L'attuale presidente, il fratellastro, Abdulla Yameen, ha infatti dichiarato lo "stato d'emergenza" della durata di 15 giorni. L'opposizione con l'appoggio dell'80enne, ex presidente ha chiesto aiuto a Usa e India per destituire il presidente considerato l'artefice della repressione.

L'ex leader che ha guidato in modo autoritario il Paese per 30 anni fino alle prime elezioni democratiche che si sono svolte nel 2008, è stato arrestato nella sua abitazione nella capitale, Male.

Alcuni paesi, tra cui Cina, Stati Uniti e Gran Bretagna, hanno dato indicazione di evitare le Maldive come meta turistica per la situazione di caos in cui versa il Paese, situazione particolarmente grave per lo stato insulare che vive di turismo.


di Sara Santini
redazione@viveremarche.it




Questo è un articolo pubblicato il 06-02-2018 alle 12:30 sul giornale del 07 febbraio 2018 - 1228 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aRpO